Il volo di Hess e l’Inghilterra Esoterica – Continuazione

by Seyan / giovedì, 14 settembre 2017 / Published in La Terra Cava

IL VOLO DI HESS E L’INGHILTERRA ESOTERICA – CONTINUAZIONE

Riguardo al mistero che avvolge tuttora il volo di Hess nell’Inghilterra Esoterica, aggiungiamo due contributi che potrebbero rischiarare, parzialmente, le tenebre che ottenebrano la verità su questo storico volo.

Il primo è de “il Giornale”, con Enrico Silvestri che cita “der Spiegel”:


Secondo alcuni storici in realtà la missione avvenne con il consenso di Hitler, per aprire una trattativa di pace tra i due Paesi.
La nuova versione, illustrata dallo «Spiegel» avvalora l’ipotesi di un viaggio su mandato del Führer, ma per chiedere agli inglesi il «placet» di invadere l’Unione Sovietica.


Il settimanale ha infatti esaminato un documento di 28 pagine, scovato negli archivi russi da uno storico tedesco e redatto nel 1948 da Karlheinz Pietsch, ex aiutante di campo di Hess al momento del suo volo. Nel documento è scritto che la missione concordata con gli inglesi, aveva come obiettivo di riuscire a porre in atto «con ogni mezzo un’alleanza militare tra Germania ed Inghilterra contro la Russia, o come minimo ottenere la neutralità dell’Inghilterra».



IL KGB RIVELA SUL VOLO DI HESS CHE…

Il successivo è di Repubblica che cita una fonte del Kgb e che lascia intravedere uno scenario à la James Bond:


L’ 11 maggio del 1941, dopo un volo solitario e spettacolare di 1500 km, Hess atterrò in Scozia, presso il castello del duca di Hamilton, persuaso di firmare nel giro di pochi giorni l’ armistizio tra la Germania e la Gran Bretagna, trattato che avrebbe permesso a Hitler di attaccare indisturbato l’ Urss.


A questo scopo, i mesi precedenti Hess aveva tenuto una precisa corrispondenza col duca di Hamilton. Meglio: aveva creduto di tenerla. Le sue lettere erano state infatti intercettate dall’ Intelligence service, che gli aveva risposto firmandosi Lord Hamilton. Rudolf Hess trovò ad aspettarlo gli 007 di sua maestà, fu fatto passare per matto e dopo il processo di Norimberga fu imprigionato a Spandau, dove si suicidò nell’ 87, ultimo gerarca nazista a scomparire.


Per Churchill e il partito della guerra fu un colpo propagandistico clamoroso, che non impedì però a Hitler di invadere la Russia il 22 giugno del 1941 aprendo un secondo fronte. Le sue sorprendenti rivelazioni il Kgb le ha fatte al quotidiano New York Times.


E’ apodittico che sulla vicenda la nebbia è fitta. Ma entro la fine di quest’anno la Gran Bretagna dovrebbe finalmente aprire i suoi archivi, dando pubblicità al dossier Hess.

Attendiamo…


il volo di hess e inghilterra esoterica

Tre Messerschmitt Bf 110 in volo, il caccia con cui Hess volò fino in Scozia. La banda gialla sul ventre dell’aereo indica il teatro operativo russo.

 

Lascia un commento

TOP
error: Content is protected !!