Invasione!

by Seyan / domenica, 02 aprile 2017 / Published in La Cabala

INVASIONE!

(Prima Puntata)

Quella a cui assistiamo impotenti in questi giorni è una vera e propria invasione.
Dietro cui si staglia l’ombra oscura della Cabala


La Magistratura italiana accende i fari sui salvataggi dei profughi effettuati da ONG che sembrano disporre di illimitate disponibilità finanziarie.

Riporta ilgiornale.it sulla moltiplicazione delle navi di ONGi multinazionali davanti alle coste libiche,


Fanno il lavoro che prima svolgevano gli organizzatori’, denuncia il procuratore [della Repubblica di Catania] Carmelo Zuccaro, ‘e accompagnano fino al nostro territorio i barconi dei migranti. Nei momenti di maggior picco è stata, infatti, registrata la presenza di ben tredici assetti navali. […]


Il procuratore Zuccaro è tornato a denunciare gli oscuri rapporti tra le ONG e l’emergenza immigrazione su cui la procura ha recentemente aperto un fascicolo conoscitivo. ‘Ci siamo voluti interrogare […] sulle evoluzioni del fenomeno e perché vi sia stato un proliferare così inteso di queste unità navali e come si potessero affrontare costi così elevati senza disporre di un ritorno in termine di profitto economico’.


Quello che è emerso […] è che il Paese europeo che ha dato vita alla maggior parte di queste ONG è la Germania cui fanno capo cinque di queste organizzazioni con sei navi, tra cui le due di Sos Mediterranee. Il tutto, sottolinea Zuccaro, con costi mensili o giornalieri ‘elevati’. Aquarius di Sos Mediterranee, a esempio, ha un costo di 11.000 euro al giorno. Il Moas di Christopher e Regina Catrambone, ONG con sede a Malta, ‘ha costi per 400.000 euro mensili’ e ha due navi Phoenix, battente bandiera del Belize, e Topaz con bandiera delle Isole Marshall.


Anche la magistratura di Palermo ha aperto un fascicolo sul caso.

L’accusa dell’ammiraglio Enrico Credendino, a capo dell’operazione UE Navfor Med è particolareggiata:


‘[Le ONG] lavorano spesso al limite delle acque libiche, la sera hanno questi grossi proiettori: gli scafisti li vedono e mandano il gommone verso questi proiettori’. Che le Ong debbano salvare chi è in difficoltà in pieno mare è fuori discussione, eppure anche secondo l’ammiraglio la loro attività fa nascere più di un sospetto. A cominciare dai budget a disposizione, evidentemente importanti visto che dispongono di attrezzature di tutto rispetto: ‘Stare in nave 24 ore è costoso. Alcune navi Ong sono avanzate, hanno anche piccoli droni. Sono investimenti importanti’.


Wikileaks svela l’approvazione di Hillary Clinton per le “Frontiere Aperte”.


Gefira, un think thank indipendente, evidenzia che due sono i motivi per le Frontiere Aperte (“Open Borders”).

Il primo è deflazionare il costo dei lavoro degli Europei con la continua immissione di lavoratori a basso costo e permettere così alle MegaCorporations globali di mantenere inalterati i proprii immensi profitti.

Il secondo motivo è ben più grave.


Chiosa Gefira, riferendosi all’attuazione di un memorandum del cabalista Peter Dennis Sutherlandii (Rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite per le migrazioni,


Peter Sutherland, […] who authored a piece on immigration with the already mentioned Commissioner Malmstrom (then responsible for Home Affairs, including immigration), adds another economic reason for open borders: the European Union should do its best to undermine the national homogeneity of Europe, to promote economic growth. The whole argument is anti-historical as European countries reached their technological, political and economic peak, first leaving behind the rest of the world and then conquering it, in the era of nation states, whilst it’s in a steady decline ever since open borders policies have been implemented. A final argument often brought to the table, even by prospective French President Emmanuel Macron is that mass migration can’t be stopped.


Traduzione di vocidallestero.it: «Peter Sutherland, […] autore di un articolo sull’immigrazione con il già citato Commissario Malmstrom (al tempo responsabile degli Affari Interni, inclusa l’immigrazione), aggiunge un’altra logica economica alle frontiere aperte: L’Unione europea dovrebbe fare del suo meglio per indebolire l’identità nazionale in Europa, al fine di promuovere la crescita economica. Questa argomentazione è anti-storica, dato che le nazioni europee hanno raggiunto il picco del loro sviluppo tecnologico, politico ed economico, prima lasciandosi dietro il resto del mondo e poi conquistandolo, proprio nell’era degli Stati-Nazione, mentre da quando hanno adottato la politica delle frontiere aperte sono in costante declino. Un’ultima argomentazione che viene spesso avanzata, anche dal probabile futuro Presidente francese Emmanuel Macron, è che la migrazione di massa non può essere arrestata».



In breve, l’Unione Europea deve minare le fondamenta degli Stati-Nazione e le culture nazionali devono essere liquidate, seguendo la vecchia agenda del massone Richard von Coudenhove-Kalergi, fondatore del movimento Pan-Europa, il quale vagheggiava il seguente homo europeus del futuro…


The man of the future will be of mixed race. Today’s races and classes will gradually disappear owing to the vanishing of space, time, and prejudice. The EurasianNegroid race of the future, similar in its appearance to the Ancient Egyptians, will replace the diversity of peoples with a diversity of individuals.iii


Non dimentichiamo che mentre in Italia diventava legge lo Statuto dei Lavoratori (1970), il cui articolo preminente (art. 18) è stato recentemente liquidato grazie al Jobs Act, il cabalista Zbigniew Brzezinski già scriveva:


[The] nation state as a fundamental unit of man’s organized life has ceased to be the principal creative force. International banks and multinational corporations are acting and planning in terms that are far in advance of the political concepts of the nation state.iv


[Lo] Stato-Nazione come unità fondamentale della vita organizzata dell’uomo ha cessato di essere la prima forza propulsiva. Le banche internazionali e le multinazionali stanno agendo e pianificando in termini che sono di gran lunga in anticipo rispetto ai concetti politici dello  Stato-Nazione.


Questo avveniva quattro anni prima della fondazione di Trilateral Commission e due anni dopo la fondazione dell’occulta ed eversiva Ur-Lodge Three Eyes.


George Soros – uno degli Architetti della Cabala Globale – illustrazione satirica.


Ciò attesta, anche in modo formale, che da almeno cinquant’anni (ma in realtà le loro torbide e oscure trame sono vecchie di secoli) i dàimones della Massoneria cabalista flettono i muscoli in attesa di liquidare democrazia e diritti sociali e sostituirli con la forma più brutale del darwinismo sociale, ove sono banksters e psicopatici CEO delle MegaCorporations globali ad imporre a Stati Nazionali e intieri popoli la loro ineluttabile legge: quella del più forte.

E poco importa se, per ottenere tale demoniaco fine, risulti necessario passare sopra miliardi di cadaveri; l’ineffabile Brzezinski affermò che «un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente» mentre «oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle».

Ma non c’è bisogno di rinverdire campi di sterminio e Zyklon B. Bastano le“Riforme Strutturali” a ridurre in modo drastico e strutturale la popolazione dei Paesi del Sud Europa. E il Reichsminister Schäuble, dopo aver distrutto economicamente e socialmente la Grecia ora punta il suo ossuto dito contro l’Italia.

Non è casuale la comunanza di interessi tra Quarto Reich merkeliano e Cabala Massonica, non è casuale che ben cinque ONG tedesche siano attive per alimentare l’invasione di migranti in Italia.

Il Primo Sorvegliante dell’Ur-Lodge Three Eyes, Henry Kissinger, è sempre stato attivo per deindustrializzare e spopolare l’Italia.v

Gioele Magaldi ha svelato che ben tre tentativi di pronunciamientos militari in Italia, orditi dal Kissinger, fallirono grazie al fattivo ed efficace attivismo del massone progressista Arthur Schlesinger Jr.vi

Anche dietro il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro ci sono le oscure trame globali dal cabalista Kissinger, mediante un’organizzazione, le Brigate Rosse, che proprio in quegli anni veniva infiltrate da CIA e MOSSAD, e con tutti i vertici di Forze di Polizia e servizi segreti italiani controllati da uomini della P2, filiale italiana di Three Eyes.

La ‘Ndrangheta collaborò in via Fani il giorno del sequestro, dando la prova di quelle che ritengono molti analisti: Mafia, le ‘ndrine e Camorra sono organizzazioni paramassoniche, controllate dalla Cabala.


La Voce di New York […] ha seguito […] attraverso una sua inchiesta specifica, e continua a farlo, il  filone riguardante la presenza della ‘Ndrangheta in Via Fani il giorno del sequestro, e l’eventuale supporto dato al commando BR quel mattino quando la  scorta del Presidente della Dc fu eliminata: una strage.vii


Steve Pieczenick, stretto collaboratore dell’ex segretario di Stato Kissinger, venne inviato in Italia con uno scopo ben preciso:


Erano tutti convinti che se i comunisti fossero arrivati al potere e la Dc avesse perso si sarebbe verificato un effetto valanga. Gli italiani non avrebbero più controllato la situazione; gli USA avevano un preciso interesse per quanto riguardava la sicurezza nazionale soprattutto l’Europa del Sud. Mi dicevo “di cosa ho bisogno”? Qual è il centro di gravità  che al di là di tutto sarebbe stato necessario per evitare di destabilizzare l’Italia? A mio giudizio quel centro di gravità si sarebbe creato sacrificando Aldo Moro“.viii


Vi è al momento una diretta convergenza di intenti e un comune agire tra Cabala e Quarto Reich tedesco sul ruolo geopolitico dell’Italia, ridotta a Marca di confine, posta com’è tra le «linee di faglia»ix delle civiltà occidentale, islamica ed africana.

Entrambe le suddette entità lavorano di concerto per deindustrializzare l’Italia grazie all‘Eurolager e sostituire progressivamente gli autoctoni con i migranti, mediante un’invasione scientemente e accuratamente programmata.



Sul suo blog Marco della Luna condivide il nostro pensiero:


Per gli USA, l’assetto conveniente dell’Europa non è federale, come quello sognato a Ventotene, ma un assetto in cui la principale potenza continentale, la Germania, saldamente controllata da Washington, saldamente antisolidale verso gli altri europei, domina politicamente ed economicamente questi ultimi, impone politiche restrittive e recessive che impediscano la loro crescita economica, difende una moneta con cambio alto sul Dollaro che limiti la concorrenzialità europea, ed alimenta la disunione e le divergenze e contrapposizioni nel Vecchio Continente, per impedire che si unisca. E uomini di Goldman Sachs  che controllano la BCE e, attraverso di esse, la banche centrali nazionali. x


Perché argomenta, la Germania è rimasta,


[quella] di Bismarck e delle due guerre mondiali, la Germania del supremazismo, della politica di potenza e minaccia, che si sente circondata da vicini minacciosi quindi costretta ad attaccare, sottomettere e sfruttare i suoi vicini per la propria sicurezza, oggi anche finanziaria, usando anche le istituzioni comunitarie. E con una tale Germania, che non è cambiata, in queste sue caratteristiche, dopo tutto ciò che ha passato, e che probabilmente non cambierà mai, così come con questo dominio statunitense, è a priori impossibile realizzare un’Europa unita, un’unione che sia qualcosa di diverso da uno strumento di dominio e sfruttamento di Berlino sugli altri.xi


Fine Prima Puntata – Segue


i Organizzazione Non Governativa. In inglese NGO

ii Peter Dennis Sutherland (classe 1946, avvocato, politico, manager, uomo d’affari, affiliato alla«Edmund Burke», alla «Compass Star-Rose/Rosa-Stella Ventorum», alla «Pan-Europa», alla «ThreeEyes» e alla «Tao Lodge», Cfr. Gioele Magaldi, Laura Maragnani,“MASSONI. Società a responsabilità illimitata. La scoperta delle Ur-Lodges”, Chiarelettere editore

iii Praktischer Idealismus (1925)

iv Between Two Ages : America’s Role in the Technetronic Era. Viking Press. 1970

v Cfr. John Coleman “The conspirator’s Hierarchy: The Committee of 300”

vi Cfr. Gioele Magaldi, Laura Maragnani,“MASSONI. Società a responsabilità illimitata. La scoperta delle Ur-Lodges”, Chiarelettere editore

vii http://www.lavocedinewyork.com/news/primo-piano/2016/06/10/la-verita-sulla-strategia-che-volle-moro-morto/

viii ibidem

ix Samuel p. Hintington, “Lo scontro delle civiltà e il Nuovo Ordine Mondiale”, Garzanti editore

x http://marcodellaluna.info/sito/2016/09/01/ventotene-sogno-federale-imperialismo-reale/

xi ibidem

2 Responses to “Invasione!”

  1. Golden Eurasia says : Rispondi

    Leggo da un po’ questo blog.
    Che dire: interessantissimo. Le informazioni riguardanti tutto ciò che è ermetico-esoterico e la geopolitica- sicuramente impregnata di cabalismo ed esoterismo anch’essa- sono eccellenti.
    Al di là del (geniale) tenore immaginifico e “colorito” dei post, Seyan dimostra di essere uno che fa sul serio e che ha studiato.
    E geniali anche i fotomontaggi con i vari soros, merkel, monti, rockfeller.

    Ottimo lavoro !.

Lascia un commento

TOP