Crowley

by Seyan / martedì, 29 agosto 2017 / Published in La Terra Cava

[RIEDIZIONE DEL NOSTRO ARTICOLO “ALEISTER CROWLEY” DEL 5 GENNAIO 2009]

ALEISTER CROWLEY

Aleister Crowley fu una delle personalità esoteriche più contraddittorie del secolo scorso.

Nacque come Edward Alexander Crowley, il 12 ottobre 1875, da una famiglia legata alla Plymouth Brethren, una setta di integralisti cristiani.

aleister_crowley.jpeg

Proprio dalla madre, fanatica e folle cultrice della Bibbia, gli venne attribuito il soprannome de “La Bestia”, che lo seguirà e perseguiterà per tutta la vita.

Nel 1895 frequentò il Trinity College a Cambridge ed iniziò tutta una serie di contatti massoni ed esoterici.



IL PERCORSO ESOTERICO DI CROWLEY

In quegli anni ebbe un’intensa vita sessuale tra prostitute. ragazze raccattate nei pub e frequenti rapporti omosessuali in cui assumeva la parte passiva.

Nel dicembre del 1896 decise di seguire un percorso mistico-alchemico ed inizio a leggere testi di alchimia, esoterismo, massoneria, magia.

Due anni dopo venne rosy_crossintrodotto nellHermetic Order of the Golden Dawn.

Nel 1888, dieci anni prima, era stato fondato da William Robert Woodman, William Wynn Westcott e Samuel Liddell Mc Gregor Mathers (tutti massoni ed affiliati alla Societas Rosicruciana in Anglia) l’Hermetic Order of Golden Dawn, o più semplicemente Golden Dawn, di cui membri eminenti furono appunto Aleister Crowley, William Yeats e Arthur Machen .

La base originale dell’Ordine era una raccolta di documenti conosciuti come i “Manoscritti Cifrati”, crittati con un codice attribuito a Johannes Trithemius.

Erano una collezione di 60 in folio contenenti una serie di rituali di iniziazione magica. Erano scritti da destra a sinistra in Inglese e cifrati con una semplice sostituzione crittografica conosciuta come il Cifrario Trithemius.

Westcott dichiarò di averli avuti per il tramite del reverendo Woodford e che, insieme ai Manoscritti, avrebbe rinvenuto l’indirizzo di Fräulein Anna Sprengel in Germania a cui si rivolse per ottenere la traduzione finale dei manoscritti.



ANNA SPRENGEL

Anna Sprengel collaborò alla decodifica completa dei manoscritti in cambio della fondazione in Londra del Tempio di Isis-Urania, il primo tempio della Golden Dawn e dell’autorizzazione alle donne ad aderire all’Ordine, a differenza della stragrande maggioranza degli ordini esoterici e massonici in cui non si permette, ancora oggi, l’ingresso alle donne.

Scelta idiota ed infausta, considerando gli enormi poteri psichici di cui molte donne sono dotate . E prova evidente di quali siano i veri scopi, occulti, di tanti di questi ordini, ben lungi dallo studio esoterico ed iniziatico e dall’elevazione umana.

A seguito delle pressioni ricevute, diverse e famose donne entrarono a far parte della Golden Dawn, tra cui Florence Farr (che fece suo il motto esoterico “Sapientia Sapienti Dona Data”), Annie Horniman, Maud Gonne ed Evelyn Underhill.

Gli adepti della Golden Dawn utilizzarono famosi Grimori tra cui “La magia sacra di Abramelin il mago”, “La Chiave di Re Salomone” (detta anche Lemegeton Clavicula Salomonis ) e “Il Grimorio di Papa Onorio”.

Tutti costoro erano, in particolare, uniti dallo studio della Forza della Magia Sessuale ed è indicativo che, nello stesso anno della nascita della Golden Dawn, il 1888, iniziassero i delitti di Jack lo Squartatore, che Galli collega, giustamente, ad una ritualità magico-sessuale.



LE SCISSIONI ALL’INTERNO DELLA GOLDEN DAWN

Verso la fine del 1899 gli adepti del templi di Isis-Urania e di Amon-Ra erano sempre più insoddisfatti della guida di Mathers, come della sempre crowley.jpgmaggiore egemonizzazione del movimento di Londra da parte di Aleister Crowley. I rivoltosi erano, inoltre, ansiosi di prendere contatto con i Capi Segreti.

La prima a separarsi dalla Golden Dawn fu Florence Farr che creò all’interno del Tempio di isis-Urania una società ancora più segreta. il Gruppo della Sfera.

Nel 1904 il sodalizio tra Mc Gregor Mathers e Crowley era ancora tanto forte da indurli a scrivere un libro a quattro mani: “The Book of the Goetia of Solomon the King”, la traduzione di Ars Goetia, la prima sezione del Grimorio del XVII secolo, “The Lesser Key of Solomon” o Lemegeton Clavicula Salomonis e un’ Invocazione Preliminare di Crowley.goetia

L’Ars Goetia o Goezia narra di come 72 demoni vennero evocati da re Salomone e da lui costretti prigionieri in un vaso di bronzo sigillato con simboli magici.

Le entità erano, in tal guisa, obbligati a servirlo, in maniera similare alla “Storia di Aladino e della lampada meravigliosa”. Il grimorio indica i passi necessari per costruire tale vaso e come evocare i demoni.



GUERRA TRA MATHERS E CROWLEY 

Poco tempo dopo, anche il rapporto di Crowley con Mathers iniziò a sfilacciarsi, tanto che i due ex amici iniziarono a guerreggiare a colpi di fatture di morte, evocando l’uno contro l’altro entità ferali.

Aleister Crowley fu anche la guida mondiale dell’ Ordo Templi Orientis, un altro ordine templare fondato in Germania, che tanta influenza ebbe nella mistica nazista.

Egli ebbe il seguente messaggio veicolato dal Dio Horus tramite la moglie Rose durante il suo soggiorno in Egitto:


“Non vogliamo avere niente a che fare con i deboli e gli emerginati, che muoiano nella loro miseria, poiché essi non sono in grado di provare sensazioni. La pietà è il vizio dei re; calpesta i miserabili e i deboli; questa è la legge del più forte; questa è la nostra legge e la gioia del mondo…

lam



I RITI ENOCHIANI

Crowley nel 1918, mentre risiedeva a New York, iniziò insieme alla Donna Scarlatta di allora, Roddie Minor, una serie di rituali magico-esoterici da lui definiti Amalantrah Workings che, tramite riti occulti, magia sessuale e canti enochiani, avrebbero permesso la creazione di un portale metafisico per rendere possibile l’ingresso in questo piano fisico di entità præterdimensionali.

L’esperimento riscosse pieno successo, poichè venne introdotta, nel nostro piano dimensionale, una Entità Enochiana, da lui definita LAM, che in tibetano significa Via, Sentiero, Ingresso. Il disegno che egli fece di questo John Dee e Edward KelleyEntità ricorda in maniera stupefacente l’essere extraterrestre definito Grigio.


Crowley era consapevole della possibilità di aprire i cancelli spaziali e di immettere una corrente extraterrestre nell’onda vitale umana. […]


Questo ricorda gli oscuri accenni di Charles Fort riguardo alla presenza sulla Terra di una società segreta già in contatto con esseri cosmici che, forse, sta già preparando la via per il loro avvento. (Kenneth Grant, “Aleister Crowley e il Dio Occulto”, Ed. Astrolabio Ubaldini)


Frater Perdurabo (nome esoterico di Crowley) aveva già effettuato altre chiamate Enochiane, un sistema di riti esoterici sviluppato dal Dr. John Dee, con l’assistenza di Sir. Edward Kelley.



L’ALFABETO ENOCHIANO

Le lettere dell’Alfabeto Enochiano furono rivelate a Kelley il 26 marzo 1583, rivelandosi come un vero e proprio linguaggio, scritto da destra a sinistra, con 21 lettere, come l’alfabeto italiano. Secondo Dee questo è il “linguaggio degli Angeli” ed è appunto da Essi che venne rivelato, tanto da definirlo la “Lingua Sacra”.

enochian.jpg

Il risultato di tali rivelazioni fu il Liber Loagaeth, un corpus di 49 Chiamate o Preghiere in Linguaggio Angelico.

Un anno dopo Dee e kelley ricevettero un testo di 48 versi poetici, definiti da Dee Claves Angelicæ o Chiavi Angeliche, in grado di aprire i 49 Cancelli della Saggezza e del Discernimento.

A dispetto del loro nome, Anton LaVey, il fondatore della Chiesa di Satana, inserì 19 delle Chiavi Angeliche nella sua Bibbia Satanica.

Nella pratica del Sistema Enochiano i caratteri di questo Alfabeto sono utilizzati, appunto, per le chiamate Enochiane.



L’EVOCAZIONE DI CHORONZON

Nel 1909 la Bestia 666, altro pseudonimo di Crowley, a Bou Saada in Marocco, procedette alla Chiamata del X Aethyr,demon definita ZAX, evocando il Demone 333, Choronzon.

Victor Neuberg che assisteva Frater Perdurabo nella chiamata, riferisce che Crowley si pose all’interno del triangolo dell’invocazione, al di fuori della zona protetta. Si rese conto con terrore che il suo Maestro, Aleister Crowley, voleva permettere la sua stessa possessione dal demone.

Neuberg non riuscì mai a descrivere con precisione e lucidità mentale le visioni apocalittiche e spaventose a cui il suo Maestro l’aveva praticamente sottoposto.

In un folle caleidoscopio, Crowley, posseduto dall’Entità, si trasformava attimo per attimo in forme oscure ed ululanti e persino in una donna nuda e voluttuosa, mentre il demone, dalla sua bocca, rovesciava fluidi ed oscenità inenarrabili, vomitava rabbia satanica ed odio assoluto e biascicava turpi bestemmie e brutali maledizioni.

Dopo un tempo che dovette apparirgli infinito, ritornò l’essenza di Crowley.

Non sembra che la Bestia 666 ne abbia ricavato alcunché, non si trasformò in Horus, se ciò era il suo intendimento e la sua speranza. Ma il demone Choronzon impresse il suo definitivo marchio satanico su tutta la successiva attività di Crowley.


Crowley



Riedizione dell’articolo scritto il 5 gennaio 2009


One Response to “Crowley”

  1. Giovanni says : Rispondi

    La torbida magia sessuale di Aleister Crowley….

Lascia un commento

TOP
error: Content is protected !!